Restauro, recupero, rigenerazione urbana: il ruolo della Piattaforma Costruzioni

  • Scritto da  Federica Maietti

Nel quadro di una rigenerazione strategica del settore delle costruzioni, già innescata in conseguenza del sisma che ha colpito l’Emilia e volta alla definizione di nuovi processi e nuovi modelli di intervento per l’integrazione di sicurezza e sostenibilità, la Piattaforma Costruzioni della Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna rinnova il suo impegno mettendo al centro il ruolo del progetto e dell’innovazione per la ricostruzione e la messa in sicurezza delle emergenze architettoniche, del patrimonio culturale e dei tessuti storici

Un’ampia visione prospettica di rilancio complessivo del territorio e della filiera costruzioni, la condivisione del messaggio di cambiamento di visione progettuale rispetto al passato, nuove strategie per un “miglioramento” diffuso dell’esistente verso una rigenerazione che vede l’integrazione necessaria tra “sostenibilità” e “sicurezza” sono gli obiettivi messi a fuoco dalla Piattaforma Costruzioni della Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna in conseguenza degli eventi sismici che hanno recentemente colpito il territorio emiliano.
In tale mutato contesto, in cui le fragilità e le incoerenze del settore delle costruzioni sono state messe tragicamente in evidenza, le azioni in atto mirano all’innesco di processi di sviluppo in grado di valorizzare la forza complessiva del sistema-regione. Una nuova sfida che rafforza gli obiettivi originari della Rete di favorire sviluppo e innovazione delle imprese, definire strategie di crescita basate sulla sostenibilità e identificare le traiettorie tecnologiche prioritarie, interessando l’intera catena economica del territorio. Al di là delle iniziali condizioni di emergenza e della necessità di intervenire nella gestione delle fasi di ricostruzione e di supporto, è ora in via di sviluppo un’altra difficile fase del post-terremoto, quella della ricostruzione dei tessuti urbani con tutte le interazioni tra paesaggio, vocazioni culturali, conservazione dei valori storici e religiosi, riqualificazioni economiche e turistiche. La Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna, strutturata in piattaforme tematiche e costituita da laboratori, centri di ricerca, università e imprese, mette a sistema competenze di ricerca e del tessuto produttivo. Aster, consorzio tra la Regione Emilia-Romagna, le Università, gli Enti di ricerca nazionali presenti sul territorio, l’Unione regionale delle Camere di Commercio e le Associazioni imprenditoriali regionali, coordina la Rete al fine di promuovere un modello di sviluppo delle competenze e garantire un'offerta di ricerca sul territorio in grado di corrispondere alle richieste di innovazione tecnologica delle imprese per rafforzare i processi di cambiamento del sistema produttivo locale. La Piattaforma Costruzioni si occupa di supportare la ricerca industriale e l'innovazione in un'ottica di alte prestazioni in termini di sicurezza, risparmio energetico e sostenibilità ambientale per le nuove costruzioni, rigenerazione e recupero del patrimonio edilizio, restauro e conservazione del patrimonio culturale, unitamente alla sua valorizzazione economica, allo studio e sperimentazione di materiali, sistemi e componenti nuovi e tradizionali, prestazionalmente qualificati in termini di compatibilità, efficienza, sostenibilità e sicurezza. Promuovere sviluppo e innovazione delle imprese, aggregazione delle conoscenze e strategie in cui la crescita, la competitività e la sostenibilità future siano sostenute da importanti progressi tecnologici; identificare le più promettenti traiettorie a cui dare priorità nei programmi di ricerca regionali, nazionali ed europei; interessare l'intera catena economica del valore, assicurando che la conoscenza generata dalla ricerca sia convertita prima in tecnologie e processi, quindi in prodotti e servizi commercializzabili; attivare una capillare azione di informazione e formazione verso le imprese del territorio sono alcuni degli obiettivi strategici della Piattaforma. Inoltre, l’attenzione sempre più crescente per le tematiche di efficienza energetica e sostenibilità ambientale sta indirizzando il settore delle costruzioni all’utilizzo di prodotti e materiali “eco-sostenibili”, nonché di metodologie che possano prevenire lo sfruttamento di risorse esauribili, diminuire l’inquinamento e ridurre il quantitativo di materiale smaltito in discarica, incentivando anche l’utilizzo di materiali riciclati e ponendo come prioritario il risparmio energetico. È in quest'ottica che si stanno muovendo le attività all’interno della Piattaforma, con particolare attenzione ai temi legati alla riqualificazione e al recupero del patrimonio edilizio esistente. Uno scenario che porta a interrogarsi su come migliorare le operazioni volte alla conservazione, materiale e identitaria, del patrimonio storico-architettonico e la sicurezza complessiva degli edifici, affrontando il tema della ricostruzione/riqualificazione/ibridazione “sicura”. L’obiettivo è di rispondere all’esigenza mostrata da più parti, imprese e regione, di definizione dei quadri di riferimento tecnologici sui quali la Rete opera e dovrà operare al fine di utilizzate le nuove tecnologie per ottimizzare i processi e gestire al meglio le risorse (economiche, ambientali ed energetiche) delle imprese e delle nostre comunità. Una vera e propria strategia che la Piattaforma Costruzioni concretizza in occasione del Salone del Restauro 2013 in stretta collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e la Direzione regionale del MiBAC. I laboratori di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico della Piattaforma metteranno a disposizione contenuti di grande interesse per la tematica complessa del restauro ma anche per le altrettanto cruciali linee di intervento del recupero e della rigenerazione urbana. I focus saranno su modelli di intervento, di analisi, di rilievo, sulle tecnologie, sui materiali innovativi, sulle normative, sul confronto di progetti e permetteranno di allargare il campo di azione a tutta l’architettura del Novecento, offrendo uno sguardo anche alle realtà internazionali. Una grande opportunità per fare sistema tra i migliori contenuti attivi dei settori produttivi e di ricerca; un motore rigenerativo, capace di rimettere al centro il ruolo del progetto e dell’innovazione.

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /dati/virtuali/www.paesaggiourbano.net/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /dati/virtuali/www.paesaggiourbano.net/libraries/joomla/filter/input.php on line 654